Responsabilità sociale d’impresa

Portare la luce della vita a chi ne ha bisogno

Il nome Lumenis ha origine latina e significa “luce della vita”. Come leader di fama mondiale nello sviluppo e nella commercializzazione di tecnologie innovative basate su sorgenti di energia, non solo la luce è al centro delle nostre innovazioni tecnologiche, ma è anche un simbolo della nostra missione volta a migliorare la vita delle persone in campo medico ed estetico.

Lumenis si impegna a sostenere i leader della comunità medica pronti a cambiare la vita dei pazienti che ne hanno bisogno, indipendentemente dal loro contesto di provenienza, offrendo loro i vantaggi derivanti da procedure poco invasive. Solo nell’ultimo anno, Lumenis ha fornito tecnologie e risorse per aiutare le popolazioni di tutto il mondo che vivono in situazioni di difficoltà.

Benvenuti alla Lumenis Cares Foundation

La nostra missione è promuovere progetti dedicati a sostenere l’indipendenza, il benessere fisico e l’igiene ambientale in vari settori tra cui la sanità, l’istruzione, l’occupazione e le pari opportunità, attraverso sponsorizzazioni e attività di beneficenza.

Nata a novembre 2019, la Lumenis Cares Foundations ha l’obiettivo di sensibilizzare e sostenere importanti cause a livello globale che interessano i settori del mondo del lavoro quotidiano, tra cui, ma non solo, l’assistenza sanitaria e l’istruzione. L’intento è quello di creare una rete di contatti costituita da persone che hanno a cuore tematiche importanti e che si fanno portavoce di progetti per l’educazione e il miglioramento della qualità della vita, aiutandole a promuovere un mondo in cui vivere e lavorare sano e rispettoso dell’ambiente.

La Lumenis Cares Foundation è orgogliosa di sostenere l’ente di beneficenza Street Child.
Street Child support children in some of the world’s poorest and most vulnerable communities. Areas where sanitation, PPE and other vital resources to battle COVID-19 are very scarce. Members of the Lumenis Cares Foundation are taking on a 30KM walk on 2nd August 2020 to raise money for this great cause. 35€ could provide a hand-washing station enabling 150 people to access water to wash their hands and reduce the risk of infection. 55€ could provide vital supplies of disinfectant, masks, soap and sanitiser to a community of 250 people enabling them to protect themselves and help prevent the spread of the virus. 120€ could pay for a trained COVID-19 worker to support three communities for one month, communicating urgent life-saving messages about prevention and protection as well as providing psychological first aid for children and adolescents affected by the pandemic.

The Lumenis Cares foundation are aiming to raise funds to support this charity, and any donation, however large or small, will go a long way towards helping Street Child to SAVE LIVES.
https://www.justgiving.com/fundraising/lumenis-cares-foundation

Per tutto il mese di luglio, Street Child ha continuato la sua lotta alla pandemia non smettendo di operare in tutti e 14 i paesi in cui è presente, intensificando gli interventi incentrati sull’educazione, la protezione e il sostentamento dei bambini, e continuando a svolgere attività essenziali di sensibilizzazione sul coronavirus. La chiusura delle scuole ha richiesto sforzi maggiori nel supporto all’educazione infantile, sia da remoto sia attraverso misure che mirano a rendere gli istituti educativi ambienti sicuri dal COVID e a prevenire l’abbandono scolastico. Senza l’accesso allo spazio sicuro fornito dalle scuole, i bambini si trovano in una posizione più vulnerabile e sono propensi a rischi più elevati per la loro tutela. Per questo motivo l’impegno di Street Child è ora più che mai necessario. I nostri team stanno infatti lavorando duramente per implementare approcci innovativi e remoti che forniscano ai bambini i servizi a loro necessari. Inoltre, la ripresa economica è fondamentale per responsabilizzare le comunità e salvaguardare il loro futuro, e Street Child ha quindi intensificato i suoi sforzi per sostenere i mezzi di sussistenza delle persone più vulnerabili.

Afghanistan
Il lavoro di protezione contro il COVID-19 di Street Child ha continuato ad espandersi nelle province di Balkh, Badakhshan, Herat e Kunduz, con interventi che includono servizi di supporto psicosociale, servizi di gestione dei casi rivolti a bambini non accompagnati e separati dalle famiglie, e servizi specializzati come l’assistenza temporanea, il rintracciamento familiare e il ricongiungimento per bambini a grave rischio di esposizione a sfruttamento e violenza. L’organizzazione ha inoltre continuato a fornire servizi di protezione nelle carceri di Balkh e Kabul e si è concentrata sulle misure da adottare per garantire l’apprendimento a distanza a 3.500 bambini nell’Uruzgan.

Cameroon
In collaborazione con i partner locali, man mano che le restrizioni venivano rimosse, Street Child ha intensificato e diversificato il proprio lavoro di risposta alle esigenze delle comunità. Per consentire agli studenti di sostenere gli esami e di tornare a scuola in sicurezza, con la riapertura delle scuole l’organizzazione benefica ha distribuito kit COVID-19 a 30 istituti che contano numerosi studenti. Il kit include termometri, sapone, distributori di igienizzante, mascherine per il viso e disinfettante per le mani. Per combattere l’impatto economico che il COVID-19 ha avuto sui mezzi di sussistenza, Street Child ha inoltre sostenuto la formazione di 22 donne e istituito progetti di avviamento generatori di reddito.

Repubblica Democratica del Congo
A supporto dei contenuti esposti dagli insegnanti nei piccoli gruppi di studio, il principale partner locale di Street Child, Ebenezer Ministry International (EMI), ha sostenuto 648 bambini distribuendo opuscoli di apprendimento cartacei in collaborazione con il governo del paese. Inoltre, grazie alla costruzione di 30 punti adibiti al lavaggio delle mani e alla distribuzione di 2000 opuscoli informativi sulla prevenzione, sono proseguiti gli sforzi per spezzare la catena di trasmissione del COVID-19 nelle aree colpite dalle inondazioni a Uvira.

In tutto il mondo

Ad Haiti, Lumenis lavora a contatto con la St. Luke Foundation for Haiti e con il dottor Mitchell Humphreys della Mayo Clinic per fornire sollievo e prevenire, grazie alVersaPulse PowerSuite soluzione basata sull’utilizzo di laser ad olmio e a doppia lunghezza d’onda, complicazioni potenzialmente letali nei pazienti affetti da iperplasia prostatica benigna (IPB).

In Russia, Cina e Vietnam, Lumenis ha collaborato con l’acclamato dottor Rox Anderson della Harvard Medical School per curare i bambini colpiti da ustioni. I bambini dell’ospedale pediatrico n. 9 di Mosca sono stati trattati con il laser CO2 dell’ UltraPulse SCAAR FX di Lumenis. Lumenis ha donato il sistema laser all’ospedale e il dottor Anderson ha formato i medici locali in modo da poter creare le basi per aiutare sempre più bambini in futuro. Sono state avviate missioni simili con il dottor Anderson anche in Cina e in Vietnam, dove sono stati guariti oltre 300 bambini. Leggi di più

In St. Lucia, dove il glaucoma colpisce quasi il 9% della popolazione di età superiore ai 30 anni, grazie all’utilizzo del Laser Selecta II SLT.  Lumenis ha collaborato con il dottor Tony Realini della West Virginia University per aiutare a ridurre il problema della cecità. A Philadelphia, Lumenis ha inoltre lavorato assieme al Wills Eye Institute per fornire procedure SLT a pazienti che si trovano in situazioni di indigenza.
Negli Stati Uniti e in Israele, la campagna Lumenis HOPE sta aiutando i soldati feriti ad accedere ad avanzati trattamenti per le ustioni, curabili grazie al laser CO2 dell’UltraPulse SCAAR FX CO2 laser. La Società si impegna a fare la sua parte per garantire che i veterani feriti in battaglia ricevano le migliori cure mediche possibili, indipendentemente dalla loro disponibilità economica.e

In India, Lumenis e Aravind Eye Care System, un’organizzazione sociale impegnata nella lotta alla cecità prevenibile, stanno collaborando per valutare l’effetto della trabeculoplastica laser selettiva, un’applicazione laser indolore.

In Africa, Lumenis ha collaborato con Right-to-Sight, un’organizzazione senza scopo di lucro del Royal College of Surgeons in Irlanda, per unirsi alla lotta all’eliminazione della cecità prevenibile nei paesi africani. “Il glaucoma è il responsabile del 20% dei casi di cecità prevenibile in Africa, ma c’è meno di un chirurgo oftalmico per milione di abitanti in tutto il continente”, ha affermato la dottoressa Kate Coleman, chirurgo oftalmico e fondatrice di Right-to-Sight. “Inoltre, i trattamenti medici standard, come gli analoghi della prostaglandina, sono nella maggior parte dei casi non disponibili, difficili da conservare a temperature corrette e spesso costano più di un salario mensile locale. Alla luce delle recenti statistiche del sondaggio IOVS e al fine di alleviare la difficile situazione di milioni di individui nel continente che perdono la vista a causa del glaucoma, Right to Sight, insieme a Lumenis, ritiene che questo problema debba essere affrontato con estrema urgenza”, ha aggiunto la dottoressa Coleman.

In Armenia, Lumenis ha sostenuto una missione di successo per curare i bambini colpiti da ustioni. La missione, guidata dal dottor R. Rox Anderson, direttore del Wellman Center for Photomedicine e professore di dermatologia presso la Harvard Medical School, è stata progettata per fornire accesso immediato alle cure ai pazienti bisognosi, ma anche per aiutare i leader medici locali a stabilire una rete sostenibile per l’assistenza alle ustioni in Armenia.
A tale proposito è stato utilizzato il Lumenis UltraPulse®, il più potente sistema laser CO2 per le procedure di revisione delle cicatrici dotato dell’esclusiva modalità SCAARFX. Si tratta di uno strumento impiegato anche in missioni umanitarie simili in Russia, Cina e Vietnam ed è il trattamento standard per la cura dei soldati feriti in battaglia, ad esempio negli ospedali per veterani negli Stati Uniti. Leggi di più

Ad Haiti, Lumenis sostiene gli sforzi della St. Luke Foundation for Haiti e del dottor Mitchell Humphreys della Mayo Clinic

Il dottor Rox Anderson tratta i bambini che soffrono di ustioni con il sistema laser UltraPulse SCAAR FX di Lumenis

R. Rox Anderson
“Sfortunatamente, a volte le tecnologie sanitarie più efficaci e innovative non arrivano ai pazienti che ne hanno più bisogno. Questa situazione deve cambiare e noi siamo determinati a farlo.I bambini colpiti da ustioni, sia che vivano nella periferia di New York o in un piccolo villaggio del Vietnam, dovrebbero avere accesso a trattamenti come quelli che sfruttano la tecnologia SCAAR FX”.

Dott. R. Rox Anderson, professore di dermatologia alla Harvard Medical School

Tzipi Ozer-Armon
“Lumenis è orgogliosa di prendere parte a queste importanti iniziative e, allo stesso tempo, stiamo organizzando programmi di formazione per consentire ai medici e agli infermieri di queste comunità di offrire i nostri trattamenti che possono cambiare la vita ai loro pazienti.
Non vediamo l’ora di lavorare con i leader della comunità medica per garantire la sostenibilità di questi sforzi”.

Tzipi Ozer-Armon, amministratore delegato di Lumenis

Leggi di più